fbpx

prurito agli occhi

Il prurito agli occhi è il fratello minore del dolore e si serve delle stesse vie nervose. Perché abbiamo il prurito? Per allontanare gli insetti, per attivare la circolazione dove la cute è irritata, ma soprattutto perché la stimolazione di una bella “grattatina” provoca la riduzione delle funzionalità di quelle aree del cervello connesse alla percezione e al ricordo di sensazioni sgradevoli. Grattandoci, sopprimiamo per un attimo le componenti emotive negative connesse al prurito ed al dolore.

Del resto chi può dire di non apprezzare il sottile piacere di una grattatina alla schiena, anche senza arrivare a scortecciare gli alberi come Baloo?

Però c’è prurito e prurito.

Così come quello cutaneo può essere motivato da una maglia troppo ruvida o dall’innocua passeggiatina di un insetto ma, nei casi più seri, è sintomo di gravi dermatiti; il prurito agli occhi, se persistente, è normalmente dovuto da una dislacrimia, ossia dall’alterazione o dalla carenza di liquido lacrimale.

Si ha dislacrimia o secchezza oculare quando il film lacrimale, che avvolge e protegge l’occhio, si altera. Le lacrime svolgono dei compiti importantissimi per gli occhi. Senza di esse non sarebbe garantita né la trasparenza della cornea né la sua integrità. La sindrome dell’occhio secco ha come primo sintomo il prurito agli occhi. Se non curata, la secchezza, può portare a conseguenze ben più gravi, scopri quali leggendo questo articolo e PRENOTA un TEST LACRIMALE GRATUITO.

 

Prurito agli occhi: cause e sintomi del fastidio agli occhi

Quando guidiamo, è normale che il parabrezza della macchina si sporchi perdendo di conseguenza trasparenza. L’unico modo di farlo tornare pulito è l’uso combinato di acqua, meglio se con appena una goccia di detersivo, e spatole di gomma.

Mamma Natura, forse dopo aver visto come funzionavano i tergicristalli di una macchina, ha creato un meccanismo simile per mantenere pulita e limpida la cornea. Acqua, prodotta in abbondanza dalle ghiandole lacrimali, un pochino di mucoproteine, che svolgono funzioni simili a qualche goccia di detersivo, e palpebre che, con il loro andirivieni, ricordano molto l’avanti e indietro dei tergicristalli. 

Quando però l’acqua per pulire il tergicristallo è poca, si avverte un fastidiosissimo stridìo e, a lungo andare, si finisce col rigare il vetro. Con i nostri occhi avviene la stessa cosa. Quando le lacrime sono poche, o quando per un qualche fattore evaporano o defluiscono troppo in fretta, le palpebre non scorrono bene sulla sensibilissima superficie della cornea, la prima sensazione è di prurito agli occhi.

Prurito agli occhi

Photo by Soroush Karimi

Ovviamente se si trascura questo campanello di allarme, si corre il rischio di danneggiare l’occhio. Per questo è essenziale seguire le semplici regole per la salute dei nostri occhi: lacrime in abbondanza (senza trascurare la giusta quantità di lipidi, proteine, enzimi e soluti vari) e continuo andirivieni fluido delle palpebre, ossia di ammiccamento. Se questo non avviene, si apre la porta della così detta “sindrome da occhio secco”, il cui primo sintomo è il prurito agli occhi.

Il prurito oculare, oltre alla scarsità di lacrime, può avere anche altre cause:

  • Allergia,
  • Piccolo Corpo Estraneo Nell’occhio;
  • Graffio Sulla Cornea;
  • Lente A Contatto Non Adatta;
  • Principio Di Congiuntivite;
  • Età, Che Vede Diventare Meno Efficienti Le Ghiandole Lacrimali;
  • Malattie, Farmaci, Infezioni, Traumi, Squilibri Ormonali, Interventi Chirurgici;
  • Alimentazione Sbilanciata;
  • Schermi Degli Strumenti Digitali.

 

 

Come alleviare il prurito agli occhi?

Per alleviare il fastidioso prurito agli occhi, è sufficiente seguire alcuni semplici accorgimenti. Inizialmente è essenziale eseguire un test lacrimale che ci dia indicazione dell’equilibrio delle componenti lacrimali, ed eventualmente ci suggerisca quale integratore sia più indicato o se è il caso di ricorrere ad un antistaminico.

Poi, per i più costanti, ci sono diversi esercizi che se vengono svolti regolarmente ogni giorno aiutano a migliorare la salute oculare ed a favorire la riduzione delle sensazioni di secchezza e prurito, con il risultato di ridurre il fastidio agli occhi. Qui di seguito vi consigliamo qualche semplice allenamento che vi può aiutare a risolvere il problema:

  • Ammiccamento (blinking): importante per lubrificare l’occhio e ridurre i fastidi. Quando si guarda la tv, si legge, si lavora o si studia tendiamo ad avere gli occhi fissi e spalancati. Provate, quando avvertire prurito o disagio, ad ammiccare velocemente, ma delicatamente e senza “strizzare” gli occhi venti volte, come se le palpebre fossero ali di farfalla, e ripetetelo per quattro o cinque volte ogni pochi minuti. Avrete presto una sensazione di maggior freschezza.
  • Palming: suggerito per ridurre lo stress poiché combina ed unisce pensieri rilassanti a momenti di riposo degli occhi. Mettiti seduto comodamente appoggiando le mani sugli occhi in modo che il palmo sia dolcemente in contatto con le palpebre chiuse e che non passi assolutamente luce. Svuotando lentamente la mente da ogni pensiero, avremo un vero toccasana per gli occhi e per la mente!

 

prurito agli occhi

 

Prurito agli occhi rimedi naturali

Se poi Blinking e Palming non fossero sufficienti, e non avete avuto modo di eseguire un test lacrimale, i rimedi della nonna sono sempre una buona alternativa come ad esempio gli impacchi freddi: un cetriolo appena tolto dal frigo e tagliato a fettine sottili, o due bustine usate di camomilla lasciate in acqua gelata, poste sugli occhi per cinque minuti,  danno subito il sollievo dal fastidio agli occhi e lasciano una sensazione di freschezza che dura diverse ore!

Il vostro problema continua nonostante questi accorgimenti? Forse è il caso di fare un controllo della vostra salute visiva!

 

Cosa fare se il prurito agli occhi diventa insistente?

Senza troppi allarmismi vediamo cosa fare n caso di prurito agli occhi. Dato che i rimedi spaziano da una piccola variazione dell’alimentazione all’uso massiccio di antibiotici, cerchiamo come prima cosa, di stabilire la causa del prurito.

Un semplice esame del film lacrimale in lampada a fessura potrà stabilire la qualità e la quantità dei componenti dello stesso. Successivamente un’osservazione microscopica dei depositi lasciati dall’evaporazione delle lacrime potrà dire se il problema è dovuto alla scarsa quantità di acqua delle lacrime, o ad una scarsità degli altri componenti indispensabili. (PRENOTA SUBITO QUI IL TUO ESAME GRATUITO)

Certo, casi più complessi richiedono anche altri esami, dalla valutazione quantitativa (il c.d. Shirmer test), alla misurazione del pH lacrimale, alla reazione delle mucose oculari con particolari reattivi. Ma difficilmente è necessario eseguire questi complessi esami.

Prurito agli occhi

I casi più semplici, non certo classificabili come patologie, possono essere risolti facilmente con un opportuno integratore lacrimale, mentre i sintomi di prurito, se indizi di altri più gravi, richiedono veri e propri interventi terapeutici.

Ma se i sintomi non vanno oltre il fastidio agli occhi? Oltre agli opportuni integratori, diversi di caso in caso, alcune attenzioni al nostro stile di vita, possono essere risolutive.

Per dirla con Feuerbach, l’uomo è quello che mangia. Se assumiamo poca acqua non possiamo pretendere che i nostri occhi ne siano particolarmente ricchi.

Ecco alcuni suggerimenti che potete iniziare a seguire fin da subito:

  • Primo provvedimento: bere molto, non meno di 2 o 3 litri di acqua al giorno, in funzione del peso corporeo, del tipo di attività e del clima.
  • Secondo provvedimento: è opportuno passare ad un’alimentazione più varia, con assunzione anche di frutta e fibre.
  • Terzo provvedimento: infine, se ancora, dopo qualche settimana di attenzione alimentare, non passa il fastidio, potremo trovare beneficio per il nostro prurito agli occhi, da impacchi di camomilla tiepida. Due dischetti di cotone imbevuti di camomilla sugli occhi per almeno 5 minuti, ed il sollievo è assicurato!

Prendetevi cura dei vostri occhi così come fate per la vostra salute fisica, non date nulla per scontato, ma attenzione: non ho mai detto di privarvi del piacere di una bella “grattatina” agli occhi per iniziare un buon giorno! Se il problema persiste, non esitare a prenotare un appuntamento gratuito presso uno dei nostri centri Lisi & Bartolomei. Complia senza impegno il modulo qui sotto e riservati un test lacrimale gratuito.

test della vista

Controlla la tua vista

Lascia i tuoi dati. Ti richiamiamo noi
per concordate insieme l'appuntamento.

Grazie. Ti chiameremo il prima possibile.