fbpx

misura occhiali da sole

Grandi, piccoli, rotondi quadrati, bianchi, neri, colorati, dorati…ed ancora, leggeri, pesanti, di metallo, di plastica, di  nylon, di corno, di legno, di cartone…
Gli occhiali di oggi, sia da vista che da sole, presentano una infinità di variabili. Scegliere tra tutte quella che che ci appare migliore è senz’altro un’impresa ardua, qualche parametro però ci può guidare nella scelta.

Al di là della forma, del colore e del materiale alcuni parametri sono comuni a tutte le montature, siano essere da vista che da sole.

Tra le variabili comuni a tutti gli occhiali troviamo la misura. Spesso le misure degli occhiali da sole sono incise sulla montatura ma capiamo insieme come si leggono! Per prima cosa vediamo la nomenclatura di un occhiale generico, sia da vista che da sole.

La parte di montatura che va da un musetto all’altro si chiama anche frotale. Alcune montature (che prendono il nome di Glasant) non hanno cerchi, in questi casi i musetti, i ponti e i naselli sono avvitati direttamente sulle lenti.

 

misura occhiali da sole

 

Allinterno dell’asta destra o sinistra degli occhiali (“asta” è il nome più diffuso, anche se il termine esatto è “susta”, molti, inoltre, la chiamano “stanga” o “stanghetta”),  sono stampati, oltre alla marca e agli altri simboli, un codice di modello e uno di colore, che variano da casa a casa e da modello a modello, ed altri tre numeri che indicano il calibro della montatura.

Di questi tre numeri: il primo indica  il diamentro interno massimo del cerchio, il secondo  la misura del ponte, ed il terzo la lunghezza dell’asta.

 

Come si interpreta la misura degli occhiali da sole?

Prendiamo ora ad esempio una misura: 48-15-137

Questo vale per qualsiasi tipo di occhiale: moderno, vintage, antico, con montatura nuda, da sole e da vista.

Per convenzione internazionale le misure degli occhiali da sole sono espresse in millimetri, come per qualsiasi oggetto facente parte della categoria ottica.

Il primo valore (48) è il calibro, e indica  in millimetri il diametro della lente, ovvero l’ampiezza interna del cerchio. Un diametro piccolo (ad es. 48 o 50)  è normalmente adatto per visi piccoli o da donna mentre un diametro più grande (ad es. 54 o 56) è più idoneo per visi grandi o per lenti “a goccia” tipo Aviator.

Il secondo valore (15) che  indica in millimetri la larghezza del ponte, definisce come l’occhiale calzerà sul naso, se sarà confortevole o stretto o magari troppo grande. La  misura del ponte è importantissima perchè nessuno vuole che gli occhiali scivolino via dal viso.

Il terzo valore (137) individua la lunghezza delle aste.  La parte finale delle aste (terminale) può essere di forma curva per aderire meglio alla parte posteriore dell’orecchio e adattarsi al volto.

Tuttavia aste troppo corte rendono instabile l’occhiale perché non si possono “agganciare” alle orecchie mentre quelle troppo lunghe sono assolutamente antiestetiche.

 

misura occhiali da sole

 

Oltre al calibro, al ponte e alla lunghezza delle aste ci sono altri parametri da considerare: la Larghezza Massima Orizzontale, l’Atezza Massima Verticale, il peso totale e l’equilibrio.

  • LARGHEZZA: La Larghezza Massima Orizzontale, è quella che va da un’estremità del musetto all’altra. Serve per capire la dimensione dell’occhiale in rapporto alla dimensione del vostro volto, tale distanza, infatti, dovrebbe combaciare con lo spazio tra tempia e tempia.
  • ALTEZZA: La seconda misura è l’ Altezza Massima Verticale presa partendo al di sopra fino ad arrivare al di sotto di una delle orbite. Serve a voi per capire la dimensione dell’occhiale in rapporto alla dimensione del vostro volto.
  • PESO: Il peso indicato sull’asta si riferisce al netto di eventuali lenti di prova presenti sulla montatura. Le lenti che vedete sulle montature da vista sono finte lenti di plastica neutra e servono solo per garantire la forma dell’occhiale e non come uso. Se utilizzate come lenti fisse, le lenti in plastica possono creare fastidi ed astenopia perché producono immagini distorte e sfocate che l’occhio si sforza a correggere ma senza riuscirci. Un occhiale leggero è generalmente più confortevole ma il peso effettivamente percepito su naso e orecchie dipende soprattutto dal suo bilanciamento. Montature “pesanti” (ad esempio 25/30 grammi) perfettamente bilanciate saranno più comode di altre più “leggere” (magari di 15 grammi) ma del tutto sbilanciate.

 

I consigli di  un venditore esperto in face fitting, in grado di sostenervi nella scelta della montatura che tenga conto dei vostri gusti, della forma del vostro viso, del colore del vostro incarnato, dell’appoggio sul naso e di tutto il resto, vale molto di più di tutti i parametri tecnici.

Ancora una volta, perché rischiare un cattivo acquisto solo per esercitare il “fai da te”, quando di fronte a tanti parametri, non sempre di  facile comprensione, ci sono professionisti preparati bendisposti ad aiutarci?

Lo ricordate il vecchio proverbio “chi ha comodità e non se ne serve, non trova il confessore che lo assolve”.

occ